L’esperto in ricondizionamento Borg Automotive perfeziona la qualità dei dati sui prodotti e si apre a nuove opportunità di vendita

Ismaning, Germania, 3 agosto 2020. TecAlliance, uno degli specialisti di dati leader al mondo nell’aftermarket automobilistico digitale, mette a disposizione dell’aftermarket automobilistico indipendente (IAM) la soluzione di gestione dati Carsource Catalogue Utility (CCU), che riunisce le informazioni sui ricambi dei costruttori del veicolo (OE Data) e i dati del parco veicoli internazionale (VIO). Borg Automotive si avvale di questa soluzione per ottimizzare la propria gestione dei dati, ottenere una visione migliore delle potenzialità del mercato e sfruttare a pieno il potenziale di vendita. Tutti i dati relativi ai prodotti sono ora gestiti all’interno del sistema PIM, che permette di scoprire molto rapidamente le lacune nella gamma di prodotti.

Borg Automotive è una delle più grandi aziende europee nel settore del ricondizionamento di  per il mercato automobilistico, in grado di produrre oltre due milioni di unità all’anno. La società danese propone un portafoglio globale di ricambi di qualità per la maggior parte delle vetture moderne e veicoli commerciali leggeri, assicurandone la disponibilità attraverso i suoi partner di distribuzione in Europa.

Tutti i prodotti dei loro otto gruppi sono elencati nel TecDoc Catalogue, uno dei cataloghi leader nel mondo di pezzi di ricambio, e possono essere ordinati direttamente attraverso la piattaforma B2B Order Manager. “Quasi tutti i nostri clienti, come ad esempio i grossisti europei, conducono la loro attività commerciale utilizzando le soluzioni TecAlliance. La nostra azienda non ha mai preso in considerazione l’idea di non far parte del sistema. È difficile immettersi e avere successo nell’aftermarket europeo senza TecAlliance”, spiega Sten Højland, Direttore Acquisti di Borg Automotive. L’azienda fa inoltre affidamento sui dati dei costruttori di veicoli (OE Data) e dei veicoli in circolazione (VIO) per perfezionare il proprio portafoglio di prodotti e analizzare la concorrenza. VIO contiene oltre un miliardo di veicoli registrati provenienti da sei aree geografiche, incluse oltre 60 caratteristiche identificanti per i veicoli.

Ottimizzare le attività di catalogazione e sfruttare al massimo il potenziale dell’analisi del portafoglio prodotti

Alla fine del 2017, Højland cercava una soluzione di product information management (PIM) per Borg Automotive. Dovendo immettere due volte i dati del prodotto (una per TecDoc Catalogue e una per il loro sito web), occorreva una soluzione che consentisse di operare con un unico sistema, evitando incoerenze e aiutando a ottimizzare la qualità dei dati. Dopo una fase decisionale e preparatoria approfondita con vari workshop e meeting, Højland ha compreso che CCU era la soluzione migliore per Borg Automotive e nel 2018 è stato avviato il progetto di implementazione.

Tuttavia, la soluzione CCU di TecAlliance è molto più di un tool di gestione dati per caricare dati nel database TecDoc. Le informazioni sul parco veicoli (dati VIO) e i dati dei costruttori di veicoli (OE Data) sono pienamente integrati nel sistema e questo permette a Borg Automotive di confrontare i loro dati con quelli dei costruttori di veicoli, di analizzare il loro portafoglio di prodotti in rapporto alla concorrenza e di identificare possibili lacune e i potenziali di vendita dei singoli prodotti.

“Uno dei vantaggi maggiori di CCU è la sua diretta connessione con la banca dati TecDoc. Non dobbiamo più inserire e aggiornare i nostri dati due volte. Tutti i dati relativi ai prodotti sono ora gestiti all’interno di un unico sistema, impiegabili sia per il database TecDoc sia per il nostro sito web. Dal momento che il 98% dei nostri clienti in Europa impiega dati TecDoc, è essenziale per noi che i nostri dati siano rappresentati al meglio nel catalogo. Le informazioni sui prodotti devono essere il più complete e dettagliate possibile e i nostri prodotti devono essere collegati correttamente a tutti i veicoli adatti”, enfatizza Højland riassumendo: “Usiamo CCU già da un anno e possiamo dirci ancora molto soddisfatti. Tutti i dipendenti che operano con questo sistema ne sono veramente felici. Se sul mercato vengono introdotte autovetture nuove, i dati sono a disposizione fin dal primo giorno. I collaboratori possono vedere quali dei nostri prodotti siano adatti e collegarli direttamente ai veicoli in base ai Numeri di Implementazione di Nuovi Prodotti (numeri NPI). In sintesi, le informazioni necessarie per aumentare le opportunità di vendita ci vengono ora servite su un piatto d’argento. Inoltre, così è possibile ottenere un elenco delle lacune e vedere dove mancano dei link. Dobbiamo mantenere aggiornati i dati ed assicurarci che il nostro assortimento di prodotti sia sempre completo, da quattro a otto gruppi di prodotti. CCU ha decisamente semplificato quest’attività”, afferma.

Foto da scaricare