Il lavoro da remoto porta moltissimi cambiamenti per collaboratori e clienti. Non si tratta solamente di un mutamento da “persona in sede” a “video chat”, ma di creare e mantenere una cultura del posto di lavoro che amplifichi l’esperienza quotidiana.

Nelle nostre attuali serie di interviste, osserveremo a fondo i vari aspetti del lavoro a distanza. Come vivono la situazione attuale le nostre filiali nei vari Paesi? Come cambia il lavoro di gruppo? Abbiamo ricevuto preziose impressioni dal nostro team in India! Con l’inaugurazione del nostro ufficio a Chennai nel febbraio 2019, abbiamo colmato una delle ultime lacune per quanto riguarda le nostre sedi asiatiche. Da allora, abbiamo supportato l’aftermarket automobilistico indiano con dati digitalizzati e standardizzati per l’intera catena del valore.

Come gestite il lavoro individuale e nel team?

“Oggi, una vasta gamma di strumenti di collaborazione rende facile rimanere produttivi e connessi da casa. Abbiamo cercato di ridurre la strumentazione al minimo. Il nostro responsabile, Vats Srivatchan, si serve del calendario di Outlook online per dirigere il suo team e di un task manager per la sua organizzazione e per quella del team. Per la comunicazione e il mantenimento dei contatti, noi tutti traiamo vantaggio da Microsoft Teams Meeting. Preferiamo invece Skype for Business e GTM per parlare ai nostri clienti. Tutti i membri del team devono garantire che la loro connessione Internet funzioni velocemente, in completa sicurezza ed efficienza. Utilizzando un software per il lavoro a distanza, possiamo accedere ai nostri sistemi e ai nostri file su unità di rete e continuare a lavorare da remoto con le applicazioni su desktop. Queste centralizzano la comunicazione e rendono più facile per tutti in TecAlliance l’accesso alle risorse, come i documenti e i fogli di calcolo”, afferma Suresh Venkatachalam, Consulente Tecnico presso TecAlliance India.

Qual è la ricetta per il vostro successo?

“Il fattore più importante in una configurazione completamente a distanza è una comunicazione costante e frequente. La nostra ricetta per il successo è essere sinceri e restare in stretta collaborazione l’uno con l’altro come team. È importante condividere le informazioni ma, ancora di più, ascoltarsi a vicenda” afferma Vats Srivatchan, Direttore di TecAlliance India.” È fondamentale instaurare un sano rapporto di fiducia e sincerità. Sono responsabile dell’ampliamento dell’organizzazione in India da due anni. Molti giovani sono entrati a far parte del team nell’ultimo anno. Sono felice che i più giovani possano trarre vantaggio dall’esperienza dei nostri colleghi con più esperienza, mentre questi ultimi amano trasmettere le loro conoscenze. Per far sentire la tua leadership non occorre essere in ufficio. Una buona leadership può motivare e guidare da qualunque luogo. “

Cosa fate per mantenervi in forma e in salute?

“Sembra ancora più difficile staccarsi dallo schermo quando si lavora da casa. In India è piuttosto comune fare yoga o pranayama, una tecnica di controllo del respiro per rilassarsi e raggiungere una certa distanza tra corpo e anima. Alcuni di noi fanno anche jogging o corrono su e giù per le scale di casa; altri vivono in enormi complessi residenziali, in cui le tante scale permettono di tenersi allenati e altri ancora escono in strada di notte per non incontrare troppa gente. Fa parte del distanziamento sociale”, spiega Vats.

Vi sentite più vicini come team quando lavorate da casa?

“Sì, assolutamente. Lavoriamo sempre in luoghi differenti tra Delhi e Chennai e alcuni di noi sono distanti 2.500 km. In qualsiasi modalità ci sentiamo vicini lavorando regolarmente come team – indipendentemente dalla posizione geografica” racconta Vats. “L’origine e la distanza non contano. Fondamentali sono le relazioni interpersonali. Ricevo sempre un riscontro dagli altri e li sostengo. Tuttavia, ci manca anche l’incontro personale reciproco, perché è piacevole bere una tazza di tè insieme o chiacchierare insieme in cucina.”

Come ottenete informazioni dal management? In che modalità Vats condivide le informazioni con il suo team?

“Vats ci informa regolarmente in un meeting settimanale. Lavora generalmente da casa ed è di rado in ufficio. Siamo abituati a lavorare così ed è importante stabilire una buona propensione allo smart working sin dall’inizio. In futuro potremmo anche pensare di lavorare solo da casa e non in ufficio” afferma Suresh. “Una spinta notevole in favore del lavoro a distanza potrebbe veramente rendere possibile lavorare da qualunque luogo e secondo un proprio programma. In tal modo, evitiamo le code del traffico indiano con le auto incolonnate e possiamo risparmiare moltissimo tempo, denaro e nervi. Siamo un Paese con 1,4 miliardi di abitanti. La Germania è molto piccola rispetto all’India”.

Come celebrate gli eventi personali più importanti? Ad esempio il compleanno di Vats o Suresh?

“Quando non si lavora in ufficio, è facile dimenticare un evento importante di un collega. Abbiamo festeggiato il compleanno di Vats cantando e inviandogli i nostri auguri tramite Internet. Dire “Buon compleanno” potrebbe sembrare solo un piccolo gesto, ma sono segni come questi che possono fare la differenza nel far sentire qualcuno parte essenziale di un team di lavoro. Ogni collega ha pubblicato per Vats un breve video di auguri e di auspicio di buona salute”, spiega Suresh. “Così, pur essendo distanti, ci sentiamo vicini.”

Lezioni imparate: quali vantaggi riserva il telelavoro da casa?

“Col tempo, sviluppare un legame con i colleghi può davvero migliorare l’impegno sul posto di lavoro. Sentirsi a proprio agio nel proprio spazio ed avere flessibilità può aumentare sia la produttività, sia la creatività. Secondo la mia opinione, socializzare è essenziale per il rapporto con i clienti, evitando la sensazione dell’isolamento. In sintesi, si tratta di fiducia, comunicazione e supporto nell’intera azienda per obiettivi comuni”, afferma Vats. “In particolare in India, possiamo dedicare al lavoro il tempo che avremmo altrimenti trascorso nel traffico da casa all’ufficio. Alcuni, più fortunati, percorrono un tragitto di soli 25 minuti in bici, ma in media in India occorre molto di più per arrivare in ufficio e poi rientrare a casa. Dipende naturalmente da dove si vive e dove si lavora. Delhi è molto diversa da Chennai e l’aria è molto più inquinata al mattino”, spiega Monhish Kanojia, Business Development Specialist. Kesava Ram, National Manager BD & CS, aggiunge “Un vantaggio è sicuramente quello di poter passare più tempo con le nostre famiglie. Abbiamo imparato a essere più flessibili con gli orari di lavoro e a separare la nostra vita privata da quella professionale. Sapere di avere più tempo per la mia famiglia, mi permette di essere molto più produttivo, perché non devo preoccuparmi che abbiano dimenticato il pranzo o che siano rientrati a casa sani e salvi.”

Questa pandemia globale ha offerto un’opportunità nella tragedia: quella di incoraggiare tutti i collaboratori in nuovi modi. TecAlliance, quale famiglia globale, gode già di un’importante esperienza nello smart working e insieme definiamo il futuro digitale dell’automotive aftermarket. Siamo felici che il nostro team di esperti in India sia sulla giusta strada!