Da anni, TecAlliance lotta attivamente contro la pirateria dei prodotti: insieme a oneIDentity+, TecAlliance ha realizzato una soluzione industriale contro la falsificazione dei prodotti, un’applicazione che trova spazio anche in altri settori.

Colonia, Germania. Septembre 2018 – Le falsificazioni dei prodotti vengono spesso erroneamente considerate dei crimini senza vittime, anche nel settore automotive. Il più delle volte gli acquirenti di ricambi automobilistici contraffatti non sono a conoscenza dei rischi connessi, soprattutto in materia di sicurezza stradale. “Continuiamo a constatare che, pur di risparmiare denaro, gli utenti cercano ricambi in rete in modo autonomo e chiedono all’officina di fiducia di effettuare il montaggio. Ecco perché il numero delle vittime delle falsificazioni è in costante aumento”, afferma Jürgen Buchert, amministratore delegato di TecAlliance GmbH.

Per sensibilizzare ancora di più il pubblico sui pericoli causati dai ricambi automobilistici contraffatti, anche il gestore della banca dati mondiale per veicoli e ricambi TecDoc Catalogue sostiene un’iniziativa britannica contro la pirateria internazionale dei prodotti.  All’insegna di “Think before you buy” (Rifletti prima di acquistare), il governo inglese ha avviato una campagna di sensibilizzazione internazionale insieme alle case automobilistiche e agli operatori dell’aftermarket nonché ad associazioni di settore e grandi piattaforme online. Oltre ai rischi per l’utente, anche i danni economici causati dai prodotti contraffatti sono ingenti. L’Ufficio europeo per la proprietà intellettuale stima che nel solo mercato degli pneumatici e delle batterie in UE essi generino un danno di oltre 2 miliardi di euro all’anno.

“Siamo orgogliosi di far parte di questa iniziativa, poiché i componenti automobilistici contraffatti non sono solamente un problema per i costruttori dei veicoli e dei ricambi stessi. La tutela dei consumatori e della proprietà intellettuale riguarda tutti noi”, ricorda Dr. Daniel Dünnebacke, COO di oneIDentity+.

TecAlliance lotta attivamente da anni contro la pirateria dei prodotti e ben dieci anni fa ha dato vita all’iniziativa MAPP. Nell’ambito della “Manufacturers Against Product Piracy”, costruttori di marchi leader nel settore dei ricambi collaborano a stretto contatto contro il plagio.

Affinché in futuro sia possibile riconoscere più velocemente i prodotti veri da quelli falsificati, molti partecipanti all’iniziativa “Manufacturers against Product Piracy” (MAPP) contrassegnano i loro prodotti originali con un codice a barre DataMatrix sulla base di una codifica raccomandata dalla CLEPA, l’Associazione europea della componentistica automotive. Insieme a oneIDentity+, TecAlliance ha sviluppato una soluzione IT per il settore dei ricambi automobilistici, mediante la quale è possibile verificare questo esclusivo codice MAPP con massima semplicità.

Nel giro di qualche secondo, l’utente riconosce se si tratta di un ricambio originale e può richiamare informazioni dettagliate sul prodotto. oneIDentity+ GmbH è responsabile del management globale del codice MAPP. Il MAPP è un codice identificativo univoco bidimensionale, valido in tutto il mondo e basato sugli standard GS1, che si è affermato come standard di riferimento nell’Automotive Aftermarket e impiegato nel frattempo anche da altri settori. Il codice MAPP viene salvato sulla piattaforma cloud di oneIDentity+.

La banca dati di oneIDentity+ comprende oggi oltre 1,8 miliardi di codici di prodotti. In 90 paesi del mondo, questo specialista per il controllo dell’autenticità registra mensilmente oltre 30.000 richieste concernenti prodotti, macchine e impianti da parte dei più disparati gruppi di utenti come officine, dogana, addetti al service e alla logistica.

“Tracciatura dell’origine di componenti, ricambi e utensili”

Oltre a TecAlliance, partecipano all’iniziativa del governo britannico le case automobilistiche Audi e BMW, i produttori di ricambi NGK Spark Plugs, TMD Friction e Philips Automotive, oltre ad associazioni di settore come Independent Automotive Aftermarket Federation (IAAF), Produttori contro la pirateria dei prodotti (MAPP) nonché Independent Garage Association (IGA), l’associazione che rappresenta le officine indipendenti.

Hanno aderito anche i giganti del commercio online, Amazon ed eBay nonché Trading Standards, la divisione della Polizia IP Crime Unit, l’Ufficio europeo per la proprietà intellettuale (IPO), M-Sport, l’MSA, l’associazione britannica degli sport motoristici, e la FIA, Federazione Internazionale dell’Automobile.

“La pirateria dei prodotti rappresenta una sfida trasversale ai produttori e ai settori, che si è ulteriormente inasprita con l’avvento della trasformazione digitale. Nell’ambito di Industria 4.0, sarà più importante che mai poter tracciare l’origine di componenti, ricambi e utensili”, asserisce convinto Dr. Daniel Dünnebacke.

oneIDentity+: uno standard aperto ad altri settori

Poiché i pezzi contraffatti sono un problema mondiale e che colpisce qualunque settore, oneIDentity+ ha perfezionato enormemente la propria offerta e ha reso disponibile lo standard anche ad altri settori. Inoltre, questi specialisti dell’autenticazione hanno adattato i loro servizi all’attuale necessità dei loro clienti: la piattaforma multivendor supporta processi mirati e mobili e consente, tra l’altro, l’integrazione di programmi di fidelizzazione dei clienti specifici per produttore e settore, processi di gestione dei resi, track & trace oppure anche disponibilità mobile e precisa di informazioni sulla manutenzione e l’installazione.

Lo specialista dell’autenticazione presenta la versione aggiornata dell’applicazione mobile in occasione di Automechanika a Francoforte dall’11 al 15 settembre. (Stand A02, Passage 5.1 – 6.1). La settimana successiva, dal 18 al 22 settembre, sarà inoltre presente alla Fiera internazionale per la lavorazione dei metalli di Stoccarda per illustrare come aziende di altri settori sfruttano i servizi sulla base della piattaforma progettata da oneIDentity+ (stand B12, padiglione 1).

Per maggiori informazioni consultare i siti web www.tecalliance.netwww.one-identity-plus.com

Fateci visita dall’11 al 15/09/2018 presso lo stand di TecAlliance: padiglione 5_6.1, stand: A01 e A10. Informazioni dettagliate sulle innovazioni che TecAlliance ha presentato all’Automechanika sono disponibili qui.  

A proposito di TecAlliance
TecAlliance è da oltre 20 anni uno degli specialisti di dati leader nel mondo per la collaborazione in rete nell’Automotive Aftermarket digitale. L’assortimento comprende, oltre ai dati aggiornati sui veicoli e sui ricambi basati su OE e fondati sullo standard TecDoc, anche informazioni su riparazione e manutenzione complete come pure soluzioni e prestazioni di consulenza integrate per l’evasione elettronica degli ordini, la gestione del parco veicoli e l’analisi di mercati e dati nell’Automotive Aftermarket. Il TecDoc Catalogue è uno dei cataloghi di ricambi automobilistici più completi e diffusi al mondo. In TecAlliance lavorano attualmente in tutto il mondo oltre 550 collaboratori qualificati di 26 nazionalità diverse con profonda conoscenza del settore e competenze tecniche dell’Automotive Aftermarket, che si impegnano in modo mirato ad aumentare l’efficienza di dati e processi. TecAlliance: sinonimo di forza trainante internazionale in materia di dati standardizzati, processi digitali e soluzioni integrate nel settore dell’Automotive Aftermarket.

Per ulteriori informazioni:

https://www.tecalliance.net
https://www.facebook.com/TecAlliance
https://plus.google.com/+TecAllianceGmbH1994/about
https://twitter.com/TecAlliance
https://www.youtube.com/user/TecAlliance

Contatti per i media:

Birgit Schiller
Ufficio stampa TecAlliance
birgit.schiller@tecalliance.net
Tel.: +49 221 6600 214
TecAlliance GmbH | Arnikaweg 3 | 51109 Colonia