Ismaning, Germania, 4 marzo 2021. La primavera si avvicina e gli autisti si recano in officina per preparare le loro autovetture per il cambio di stagione. TecAlliance, uno degli specialisti leader nella gestione dei dati nell’automotive aftermarket indipendente, supporta le officine indipendenti nel cambio delle ruote e nei controlli per la primavera con la soluzione TecRMI. Il capo-meccanico Werner Kordmann crea un ponte tra dati e pratica nelle officine presso TecAlliance fornendo consigli utili alle officine stesse.

La preparazione è fondamentale: sollevare i veicoli correttamente

Prima che si possa iniziare con il cambio degli pneumatici, il veicolo deve essere sollevato. Nella parte sottostante del veicolo, nell’area del battitacco, vengono installati sempre maggiormente elementi in plastica. Sollevare il veicolo dal punto sbagliato può causare dei danni. I punti corretti di sollevamento sono indicati in modo dettagliato nelle istruzioni in TecRMI.

L’esperto di motori Kordmann ha un ulteriore consiglio: “Per i veicoli con sospensioni pneumatiche, è importante portare il veicolo in stato di manutenzione prima di sollevarlo. Altrimenti si potrebbero danneggiare i soffietti e ne deriverebbe una riparazione costosa. Le nostre istruzioni descrivono come attivare la modalità di manutenzione per ogni veicolo e cosa bisogna controllare quando si esegue questa operazione.”

La sicurezza prima di tutto!

Per garantire la sicurezza del veicolo, è necessario osservare diversi valori di impostazione durante il cambio delle ruote. “Specialmente quando si tratta delle coppie di serraggio dei bulloni e dei dadi delle ruote, vanno seguite le specifiche del costruttore in modo esatto”, sottolinea Kordmann. “Il cliente va inoltre informato che dovrà tornare in officina dopo un determinato periodo di tempo, in quanto i bulloni e i dadi potrebbero allentarsi e andranno nuovamente stretti”.

Se durante lo smontaggio il meccanico constata che le ruote sono usurate da un lato, va controllata la regolazione dell’assale e il cliente va informato che l’assale non è allineato correttamente. In conclusione, ciò farà risparmiare denaro al cliente perché le nuove ruote non si consumeranno così rapidamente e non sarà necessario sostituirle.

Quale pneumatico con quale pressione dell’aria?

Nella maggior parte dei casi, nel documento di immatricolazione del veicolo è specificata soltanto una misura standard di pneumatici ammessi. Tuttavia, ci sono alcune alternative in base al veicolo. Dopo aver inserito il numero del produttore, inserite il numero o la versione del veicolo. TecRMI vi mostrerà tutte le combinazioni di ruote e pneumatici possibili.

Dopo che sono state consegnate le ruote giuste, bisogna controllare la pressione dell’aria e calibrarla in base al carico necessario. I valori prescritti dal costruttore non vengono più specificati in ogni veicolo, ma possono essere consultati nei valori di impostazione in TecRMI.

Tutte le informazioni su TPMS

Un ulteriore elemento importante, quando vengono cambiate le ruote, è il sensore di monitoraggio della pressione degli pneumatici (TPMS) presente in molti veicoli. TecRMI offre istruzioni per la sostituzione dei sensori di pressione degli pneumatici e anche informazioni sui vari metodi per far apprendere il TPMS.

Quando vengono montate ruote nuove o sostituite per la stagione, spesso è necessario uno strumento di diagnostica per l’autoapprendimento. In questo caso il cliente andrebbe informato del fatto che non può cambiare le ruote autonomamente. I dati TecRMI contengono l’ID corrispondente per questi veicoli e le istruzioni necessarie per l’autoapprendimento.

Generare ulteriore fatturato in modo rapido e semplice

“Il cambio delle ruote è una buona opportunità per l’officina per ottenere una panoramica sulle condizioni del veicolo. Quando l’autovettura si trova sulla piattaforma di sollevamento e gli pneumatici sono stati rimossi, si ha una buona visuale della sospensione dell’assale e dell’impianto frenante. Dovreste decisamente approfittarne. Anche il cliente ne trarrà vantaggio e si sentirà in buone mani se i potenziali problemi vengono individuati direttamente senza la necessità di dover tornare dopo poco tempo”, spiega Kordmann.

TecAlliance fornisce delle liste di controllo come servizio aggiuntivo con le quali le officine possono fornire ai propri clienti consigli ottimali e trasparenza: ciò genera fiducia. Utilizzando la lista per il cambio delle ruote, ad esempio, vengono controllati il profilo, le condizioni e la sicurezza delle ruote da montare, il TPMS e le batterie. Le ruote che vengono rimosse vengono controllate così l’officina può ottenere nuovi pneumatici per il cliente in tempi brevi, se necessario.

Le liste per il controllo primaverile, la protezione dalla corrosione e il controllo della capote offrono opportunità per generare ulteriore fatturato, ad esempio tramite il rabbocco dei liquidi o la sostituzione di parti usurate. Il cliente riceve un elenco dettagliato di quali lavori e controlli sono stati eseguiti e i risultati che ne derivano. Questo porta a un’impressione positiva e il cliente sa di potersi fidare completamente della sua officina.

Un partner forte per le officine indipendenti

Con TecRMI, TecAlliance offre 3,9 milioni di istruzioni per riparazioni, 4,2 milioni di piani di assistenza con 22,8 milioni di valori di lavoro e 7,7 milioni di elementi di dati tecnici. Servizi aggiuntivi come consigli, una serie di liste di controllo e l’Expert Hotline completano inoltre l’offerta.

I grossisti possono integrare dati e istruzioni nei loro cataloghi di ricambi. In seguito, verranno mostrati direttamente con il veicolo o nella ricerca degli articoli. L’integrazione di TecRMI nei processi delle officine permette di gestire in modo molto più efficiente il flusso di lavoro, dalla ricezione alla riparazione e alla manutenzione del veicolo, seguendo le specifiche del costruttore. La capacità dell’officina viene utilizzata in modo più efficiente e, così facendo, aumenta la lealtà del cliente.

Foto per il download