L’Automotive Component Manufacturers Association (ACMA), la Confederazione dell’industria indiana (CII) e la Società di componentisti indiani nel settore automobilistico (SIAM) hanno organizzato insieme la 15a Auto Expo 2020 – Components a Delhi, India. Le tre giornate di esposizione erano incentrate sul tema “Tecnologie automobilistiche che guidano il mondo”, con particolare enfasi sull’innovazione tecnologica e sull’efficienza in campo produttivo e logistico. L’Auto Expo Component è una piattaforma che favorisce l’interazione tra singoli, la promozione di marchi, indagini di settore, vendite, marketing, ecc.

L’Auto Expo ha contato oltre 1500 espositori automobilistici operanti in varie categorie del settore, tra cui componenti automobilistici e ricambi, accessori e decorazioni per auto, impianti elettrici per auto, elettronica, sistemi di climatizzazione per auto, cuscinetti, matrici e stampi, design, ingegneristica, IT e automazione per il settore automotive, motore e suoi componenti, attrezzature e servizi per officine, utensili manuali e meccanici, olio e lubrificanti, qualità e ispezione, gomma e parti in gomma, attrezzatura di sicurezza, trasmissione, apparecchiature di collaudo e di controllo dell’inquinamento.

Impegno per garantire la sicurezza sulla strada

Come già accaduto in fiere precedenti, ad esempio all’ACMA Automechanika di New Delhi nel 2019, gli organizzatori hanno veicolato un messaggio sulla sicurezza durante le giornate di esposizione. Il governo indiano ha espresso preoccupazione per il numero di incidenti stradali e ha lanciato una politica di sicurezza basata su tre “E”: Engineering, Education ed Enforcement (ingegneria, educazione ed esecuzione). Il governo coopera a stretto contatto con le associazioni di settore per l’introduzione di standard per i ricambi dell’aftermarket e per contribuire a combattere il mercato pirata di prodotti, spesso causa di incidenti stradali mortali.

Ottima impressione alla nostra prima Auto Expo Components

Molti visitatori sono giunti al nostro stand, tra cui grandi fornitori e distributori del settore automobilistico. Il nostro team indiano ha organizzato con successo dimostrazioni e presentazioni per chi desiderasse ulteriori informazioni su TecDoc e su Order Manager. Lo stand ha accolto un gran numero di visitatori ricoprenti svariate funzioni nel settore.

Rama Shankar Pandey, Presidente di ACMA, ha inaugurato la fiera il 6 febbraio con un appassionante discorso sull’automotive aftermarket indiano e sul settore in generale. Il 7 febbraio, la conferenza sull’aftermarket automobilistico pianificata, l’“ACMA National Aftermarket Seminar” ha visto la partecipazione di circa 16 eminenti relatori e altri ricoprenti varie funzioni nel settore automobilistico. In uno dei dibattiti più coinvolgenti del panel, incentrato sul “Futuro dell’aftermarket”, sono intervenuti 5 relatori esperti, tra cui David Winter, Executive Vice President di TecAlliance.

Rama Shankar Pandey ha moderato la discussione, ponendo l’accento sullo stato attuale dell’aftermarket automobilistico indiano e sul potenziale supporto all’aftermarket offerto dai vari relatori. La discussione verteva sui metodi per facilitarsi a vicenda nel percorso verso il successo dell’aftermarket automobilistico indiano. Quello indiano è uno degli aftermarket più grandi in Asia e purtroppo disorganizzato per quanto riguarda molti ruoli. Riunire le parti interessate in un panel è stata una sfida e finalmente è risultato possibile alla 15a Auto Expo, come affermato dal signor Pandey. Se da un lato il panel includeva giovani rappresentanti di start-up, portatori di nuove idee per l’aftermarket, dall’altro non sono mancati esperti come David Winter, che ha posto il focus su come una centrale fonte di dati quale TecAlliance possa giovare all’aftermarket automobilistico indiano.

David Winter ha toccato con mano il cambiamento dell’aftermarket indiano e concorda con il signor Pandey sul fatto che questo sia il momento giusto per portare il mercato a un livello successivo. Ha poi spiegato che soluzioni come TecDoc di TecAlliance possono portare un reale valore aggiunto all’aftermarket indiano. Infine, ha condiviso la sua idea di supporto all’automotive aftermarket indiano.

Cifre chiave dell’automotive aftermarket indiano

L’aftermarket automobilistico indiano è cresciuto in modo significativo, guidato principalmente dall’aumento del parco veicoli.  Tuttavia, i margini sono sotto pressione e il settore accoglie sempre più nuovi attori, agevolati dalle iniziative del governo in materia di mobilità elettrica e di standard di sicurezza per i produttori di automobili. Anche i consumatori hanno capito l’importanza e la rilevanza, laddove la crescita della domanda è stata presa in considerazione in ritardo.

Inoltre, l’India si sta sviluppando come hub globale per la fornitura di ricambi e la sua posizione geografica ha consentito l’espansione della sua base di esportazione verso i Paesi del sud-est asiatico, la regione del Medio Oriente e l’Africa. Ram Venkatramani, Presidente di ACMA, stima che l’aftermarket in India conti oggi un giro d’affari di 9,2 miliardi di dollari e che raggiungerà un CAGR dell’8,5% nei prossimi anni. Si prevede che il mercato registrerà Rs 98.000 crore per l’esercizio del 2023.