Il nostro team ha osservato in prima persona le nostre soluzioni e gli ultimi sviluppi all’Automechanika Riyadh, ricavandone entusiasmanti impressioni sulla comunità dell’automotive aftermarket! La fiera leader per l’aftermarket automobilistico completo è tornata a Riad dal 24 al 26 febbraio presso l’hotel Al Faisaliah.

L’Automechanika Riyadh 2020 è stato il luogo perfetto per incontrare produttori e fornitori globali, esplorare le tendenze chiave in tutto il settore e scoprire le ultime soluzioni per soddisfare le esigenze in evoluzione del più grande mercato della regione.  Gli espositori hanno presentato oltre 1000 prodotti all’aftermarket automobilistico, sia per veicoli commerciali che per i veicoli destinati al trasporto di persone. L’evento di lancio di Automechanika Riyadh ha avuto luogo nel 2018 e si tiene ogni due anni, alternandosi di volta in volta tra le due città di Riad e Gedda.

Siamo fieri del progresso conseguito finora nel Medio Oriente: il nostro ufficio a Dubai assiste da due anni i clienti dell’intera regione del Golfo, ad esempio da Oman, Arabia Saudita, Kuwait, Emirati Arabi Uniti e Iran, e sta espandendo le sue attività commerciali in tutti i Paesi di lingua araba.  Ma non è tutto:  TecDoc Catalogue 3.0 è ora disponibile in 36 lingue e include anche l’arabo, una pietra miliare importante per l’internazionalizzazione di TecAlliance.  Il nostro Business Development Manager, François Ollivier, ha presentato ai clienti interessati la nuova versione di TecDoc Catalogue.

In base alle ricerche di Frost & Sullivan, l’automotive aftermarket nelle nazioni del Consiglio di cooperazione del Golfo  (incluse Bahrain, Kuwait, Oman, Qatar, l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti) dovrebbe crescere con un CAGR (tasso di crescita annuale) del 6,7% dal 2018 al 2025 e detiene un valore potenziale di 8,66 miliardi di dollari, offrendo nuove significative opportunità agli organismi partecipanti nell’intera catena del valore. La crescita del mercato prevista può essere attribuita a nuove tendenze, come un numero crescente di progetti infrastrutturali, un aumento del livello di guidatrici donne, domanda di ricambi per modifiche ai veicoli, tendenze di mobilità condivisa, nonché veicoli e impianti di produzione di prossimo arrivo.